Filed under Infanzia e adolescenza

Balbuzie

La balbuzie  si manifesta con un’anomalia del normale fluire e della cadenza dell’eloquio (inadeguati per l’età del soggetto) caratterizzata dal frequente manifestarsi di uno o più dei seguenti elementi: ripetizione di suoni e sillabe, prolungamento di suoni, interiezioni, interruzione di parole, blocchi udibili o silenti (pause colmate o non colmate nel discorso), circonlocuzioni (sostituzione di … Continua a leggere

Disturbo della condotta

Il Disturbo della Condotta (DC) è presente nei bambini che manifestino comportamenti ripetitivi e persistenti di violazione di diritti altrui, norme e regole della società, appropriate all’età. Per porre diagnosi di DC il bambino o l’adolescente devono esibire aggressività persistente e/o comportamenti antisociali per almeno 6 mesi e tali comportamenti devono implicare menomazione nel funzionamento … Continua a leggere

Disturbo oppositivo provocatorio

La caratteristica fondamentale del Disturbo Oppositivo Provocatorio è una modalità ricorrente di comportamento negativistico, provocatorio e ostile nei confronti delle figure dotate di autorità che persiste per almeno 6 mesi. Il bambino con tale disturbo presenta le seguenti caratteristiche: spesso va in collera; spesso litiga con gli adulti; spesso sfida attivamente o si rifiuta di … Continua a leggere

Disturbo da deficit di attenzione e iperattività

Un bambino con DDAI (Disturbo da deficit di attenzione e iperattività) presenta una persistente disattenzione e/o iperattività-impulsività, notevolmente superiore, in frequenza ed intensità a ciò che si può tipicamente aspettarci in bambini dello stesso livello di sviluppo. Il deficit di attenzione porta a: commettere errori di distrazione in compiti scolastici o in altre attività; non … Continua a leggere

Disturbi dell’apprendimento

I Disturbi dell’Apprendimento hanno una prevalenza intorno al 10% della popolazione scolastica. I bambini con tali disturbi presentano difficoltà di apprendimento nella aree della lettura, scrittura o calcolo. Quando l’area problematica riguarda la lettura si parla di  Disturbo della Lettura, o Dislessia. I Disturbi dell’Apprendimento vengono diagnosticati quando i risultati ottenuti dal soggetto in test … Continua a leggere

Mutismo selettivo

È un disturbo caratterizzato dalla costante incapacità di parlare in situazioni sociali specifiche (es. a scuola), anche se il bambino parla in altre situazioni. La durata dell’anomalia è di almeno un mese e provoca disagio significativo interferendo con la vita sociale e scolastica del bambino. Non è ancora nota l’esatta causa del mutismo elettivo. Diverse … Continua a leggere

Disturbo d’ansia di separazione

La manifestazione principale del disturbo è un’ ansia eccessiva che il bambino sperimenta nel momento in cui si separa da coloro a cui è attaccato. L’ansia va oltre quella prevedibile in base al livello di sviluppo del bambino e si manifesta per almeno 4 settimane, causando disagio clinicamente significativo e interferendo con l’area sociale e … Continua a leggere

Disturbo disintegrativo dell’infanzia

La Manifestazione principale del disturbo è una marcata regressione in diverse aree del funzionamento dopo un periodo di almeno due anni di sviluppo  normale. Dopo i primi due anni di vita (e prima dei 10 anni), il bambino va incontro ad una perdita , clinicamente significativa, di capacità di prestazione acquisite precedentemente, in almeno due … Continua a leggere

Obesità infantile

L’obesità infantile è una condizione caratterizzata da un eccesso di tessuto adiposo che induce un aumento significativo di rischi per la salute. Si può definire obeso un bambino che presenta un B.M.I. (Indice di Massa Corporea) > 90° percentile (tabelle di Rolland – Cachera). Un bambino italiano su tre è in sovrappeso e uno su … Continua a leggere

Enuresi

Che cosa è L’enuresi è un  disturbo caratterizzato dalla emissione involontaria e incosciente di urine, che avviene di solito durante il sonno, in bambini oltre i cinque anni di età, in assenza di lesioni dell’apparato urinario. L’enuresi è per un bambino fonte di imbarazzo ed impone un limite nella scelta delle attività. A ciò possono … Continua a leggere