Disturbo da Avversione Sessuale

Cos’è

Il Disturbo da Desiderio da Avversione Sessuale è una Disfunzione Sessuale che, come il Disturbo da Desiderio Sessuale Ipoattivo,  consiste nell’inibizione della fase del desiderio del ciclo sessuale. Le persone con tale disturbo riferiscono persistente o ricorrente avversione, con conseguente evitamento, di tutti (o quasi tutti) i contatti sessuali genitali con il partner. La risposta fobica può essere rispetto al sesso in generale, per cui si sperimentano panico e repulsione in conseguenza di sensazioni, pensieri, sentimenti o situazioni di natura sessuale ed erotica, o per aspetti specifici, quali i genitali (propri o del partner), l’atto della penetrazione (eseguita o subita) o di altre pratiche sessuali (etero- od omosessuali), le secrezioni o gli odori sessuali, la nudità, l’eccitazione, il piacere, ecc.

Tale disturbo crea disagio o difficoltà interpersonali e non è attribuibile, in genere, ad un altro disturbo mentale, se non ad un’altra Disfunzione Sessuale.

Il Disturbo da Desiderio da Avversione Sessuale  può essere di tipo permanente, se la persona ha da sempre presentato un atteggiamento di avversione e di disgusto per il sesso o di tipo acquisito, se la reazione negativa agli stimoli di natura sessuale dipende dal modo in cui il soggetto ha elaborato apprendimenti culturali ed esperienze personali negative.

Il Disturbo, inoltre, può essere di tipo generalizzato, se la reazione di avversione sessuale è presente costantemente e al variare dei partner, o situazionale, se presente con un solo partner o solo in determinate circostanze.

Il Disturbo da Avversione Sessuale si presenta spesso in comorbidità con il Disturbo da  Desiderio Ipoattivo (nel quale però la persona, pur avendo una bassa libido, accetta l’invito sessuale se adeguatamente stimolato e gode adeguatamente del rapporto), in quanto la persona provando disgusto per il sesso ha scarsa libido, e con i Disturbi dell’Eccitamento ed i Disturbi dell’Orgasmo.

Cause

Il Disturbo da Avversione Sessuale trae generalmente origine da condizionamenti negativi, ovvero da associazioni tra emozioni negative e l’esperienza sessuale.

Alcune cause possono essere identificabili in:

  • Atteggiamenti genitoriali negativi verso il sesso.
  • Condizionamenti culturali o religiosi in cui il sesso è vissuto come qualcosa di sporco ed impuro.
  • Trauma sessuale pregresso.
  • Pressioni subite in relazioni precedenti.
  • Confusione rispetto alla propria identità sessuale (Identità di Genere).
  • Bassa soglia di resistenza allo stress.

Trattamento cognitivo-comportamentale

Il trattamento cogntivo-comportamentale del Disturbo da Avversione Sessuale prevede l’utilizzo dell’ esposizione graduata come tecnica principe , portando la persona  ad affrontare situazioni “sessuali” ansiogene via via sempre più intense.

Si lavora sui condizionamenti soci-culturali ricevuti, sugli eventuali traumi, sui tratti di personalità, sul proprio rapporto con la corporeità e l’emotività, sulle convinzioni disfunzionali circa la sessualità, personalizzando l’intervento a seconda di ciò che emerge dalla fase di valutazione iniziale.

Annunci